Cina 2015: scienziati creano un super virus
scienza - 25/03/2020 - CDA

In una puntata del 2015 il TG scientifico Leonardo della RAI dà una notizia inquietante: Scienziati cinesi creano un super virus polmonare da pipistrelli e topi.
Un gruppo di studiosi è riuscito a sviluppare una chimera, un organismo modificato, innestando la proteina superficiale di un coronavirus, trovato nei pipistrelli, su un virus che provoca la polmonite acuta, anche se in forma non mortale nei topi. 
Si sospettava che la proteina potesse rendere l'ibrido adatto a colpire l'uomo e l'esperimento lo ha confermato.
E' proprio questa molecola, SHCO14, che permette al coronavirus di attaccarsi alle nostre cellule respiratorie scatenandone la sindrome. 
Secondo i ricercatori la versione modificata del virus può passare dai pipistrelli direttamente all'uomo.  
"Resta chiuso nei laboratori, ovvio. Serve solo per motivi di studio; ma vale la pena correre il rischio, creare una minaccia così grande solo per poterla esaminare", si chiede il commentatore del TG.
E' la domanda che ci facciamo anche noi, sempre ammettendo che il virus sia servito solo per motivo di studio e non come possibile prototipo di arma batteriologica.
Non vogliamo essere complottisti a tutti i costi, ma le coincidenze sono davvero troppo.
Coma mai nessuno si è ricordato di questa notizia!
E se il coronavirus fosse stato davvero creato in laboratori e sfuggito per caso o immesso per qualche scopo volontariamente nell'ambiente in modo da contagiare l'uomo!?
Questo giustificherebbe le pandemie di coronavirus simulate che si sono svolte negli ultimi mesi sia in Cina e sia negli Stati Uniti.

Salvini ha commentato il servizio del TG Leonardo del 2015 con un post su Facebook: 
"Conte-Di Maio chiariscano su virus 2015  - "Incredibile!!! Da Tgr Leonardo (Rai Tre) del 16.11.2015 servizio su un supervirus polmonare Coronavirus creato dai cinesi con pipistrelli e topi, pericolosissimo per l'uomo (con annesse preoccupazioni). Dalla Lega interrogazione urgente al presidente del Consiglio e al Ministro degli Esteri".