Sovranismo
nuovo ordine sociale - 29/11/2019 - CDA

Il perseguimento di un governo globale implica la distruzione delle nazioni, per questo negli anni si è cercato di dare una connotazione negativa al nazionalismo, oggi chiamato anche sovranismo.
Il nazionalismo è un sentimento o atteggiamento utile alla comunità, quando non usato per aggredire altri stati.
(Nota: Aggredire altri stati è quello che il governo mondiale ombra ha fatto fino ad adesso).
E' utile, perché unisce la nazione, la coalizza per realizzare un progetto o obiettivo comune, che può essere anche quello di liberarsi di un sistema oppressivo interno o esterno.
Oppure gli obiettivi possono essere altri, ad esempio di tipo sociale.
Le nazioni, sviluppo delle prime comunità di uomini, sono nate per questi scopi: proteggere, unirsi per realizzare progetti comuni, e possiamo dire che realizzare comunità sempre più complesse e proteggerle dall'interferenza esterna sia una caratteristica comune e innata della specie umana.
Nazionalismo non significa avere atteggiamenti ostili verso le altre nazioni o comunità, ma anzi stabilire rapporti vantaggiosi per tutti.
Nazionalismo è anche l'opposto di indipendentismo, in quanto quest'ultimo disgrega una nazione, la riduce, la indebolisce e la espone ai poteri forti stranieri (la storia insegna questo - la comunità per contare deve essere abbastanza grande rispetto alle altre).
Il primo passo per resistere è quello di realizzare una forte comunità e di evitare di fomentare divisioni interne.