La fecondazione in provetta comporta problemi medici per il nascituro
bioetica - 23/04/2020 - CDA

La fecondazione in provetta comporta problemi medici per il nascituro (principalmente a causa del danneggiamento dei gameti durante i processi di ibernazione)
La sindrome di Beckwith-Wiedemann è una malattia genetica caratterizzata da iperaccrescimento, predisposizione ai tumori e malformazioni congenite.

Da Obiettivo Gender

FECONDAZIONE IN VITRO NEWS
Una recente ricerca su feti concepiti in vitro (IFV) ha evidenziato un aumento di circa 20 volte dei casi di sindrome di Beckwith-Wiedemann (BWS) rispetto a quelli concepiti in modo naturale. La BWS è una malattia genetica caratterizzata da diversi segni quali macroglossia, macrosomia fetale, ernia ombelicale, indentature del padiglione auricolare, ipoglicemia neonatale ed aumentato rischio di sviluppare neoplasie. La causa di questa sindrome è l'alterazione dell'imprinting di alcuni geni. Presumibilmente, la IFV determina un aumento di queste alterazioni.

Johnson, J.P., Beischel, L., Schwanke, C. et al. Overrepresentation of pregnancies conceived by artificial reproductive technology in prenatally identified fetuses with Beckwith-Wiedemann syndrome. J Assist Reprod Genet 35, 985–992 (2018)

https://link.springer.com/article/10.1007%2Fs10815-018-1228-z