La violenza non ha colore o razza
immigrazione - 15/06/2020 - CDA

“Uccideremo tutti i bianchi insieme ai loro figli, le loro donne, i loro cani, i loro gatti e tutto ciò che troveremo sulla nostra strada

. Per ogni africano ucciso, uccideremo cinque bianchi”.
A pronunciare queste parole è stato Andile Mngxitama, leader del partito socialista panafricano e rivoluzionario, Black First Land First (BLF), in un raduno del 2018.
Il programma prevede l’esproprio delle terre attualmente detenute dai bianchi, discendenti dai boeri che circa 400 anni fa colonizzarono le terre DISABITATE del Capo di Buona Speranza.


I boeri sarebbero i legittimi proprietari, dato quelle terre erano disabitate e dissodate dai loro antenati.

“Oggi, numerose fattorie di proprietà dei bianchi sono state assaltate nel cuore della notte. Nella migliore delle circostanze le famiglie sono riuscite a scappare salvandosi la vita, nella peggiore invece hanno pagato con la morte la resistenza agli aggressori.”
Fonte: Il Primato Nazionale.
Oggi si compie un vero e proprio genocidio nei confronti dei boeri. Le loro fattorie vengono assaltate da gruppi di etnia africana e gli abitanti, donne, bambini e uomini, vengono trucidati dopo aver subito torture e violenze.
Molte famiglie sono riuscite a salvarsi fuggendo dalle loro fattori. 
Molte famiglie oggi sono state ridotte a vivere in povertà in ghetti, avendo perduto ogni risorsa per continuare a vivere.
Su ciò la stampa italiana tace.

Fatti del genere non sono nuovi: nel 1804, ad esempio, il re di Haiti ordinò che tutti i bianchi, compresi i bambini, fossero uccisi.
Tra il gennaio del 1804 e l’aprile dello stesso anno furono uccisi 5000 fra donne, bambini e uomini bianchi (senza distinguere tra coloro amici della comunità nera ed altri considerati ostili).    
Invitiamo il lettore a compiere una semplice ricerca mediante google immagini usando le parole chiavi boer genocide per comprendere le atrocità commesse nei confronti della comunità bianca in Sudafrica.   

Una croce per ogni boero ucciso negli attacchi alle fattorie!