Mouhamed Konare, libereremo l'Africa
immigrazione - 01/02/2021 - CDA

Postato su una delle nostre pagine, da qualche mese oscurata da Facebook, questo video ha avuto una diffusione enorme, e secondo le statistiche è stato visto da oltre un milione di persone!
La pagina, violando il politicamente corretto e la cultura imperante basata sull'ideologia del Pensiero Unico, aveva l'ardire di smascherare l'ipocrisia della sinistra che sostiene una dannosa immigrazione clandestina di massa per il paese.
Una immigrazione che deve essere considerata una colonizzazione o invasione, tesa a distruggere la nostra identità europea ed occidentale e a favorire lo scontro tra civiltà. Un obiettivo perseguito dallo stato profondo per trarre vantaggio dal caos e imporre all'Europa i propri diktat.
L'immigrazione di massa ha effetti negativi sull'Europa e sull'Africa. Tali effetti non vengono considerati e una sorta di buonismo che confonde la critica con il razzismo impedisce a molti di esprimersi su un problema così grave.
Stiamo spostando milioni di persone da un continente con densità di popolazione di 30 ab./Kmq verso paesi sovraffollati con densità di popolazione di 200 ab./kmq, come l'Italia, da un continente ricco di risorse a uno povero e che ha esaurito la sua spinta propulsiva. 
I problemi esploderanno tra qualche anno, quando le due comunità, gli autoctoni e gli immigrati, che costituiscono quasi sempre lo stato nello stato, entreranno in competizione per accaparrarsi le poche risorse rimaste, il lavoro, i servizi, la casa, la sanità, la scuola.
Il problema comincia a profilarsi gravemente in paesi come la Svezia, dove interi quartieri sono considerati no-go aree  

Mohamed Konare, il leader del movimento Panafricanista, sostiene come noi che l'immigrazione di massa sia frutto di un piano prestabilito:  ”Non è immigrazione, è deportazione di massa. Assassini”
Essa danneggia gravemente i paesi africani, togliendo braccia, intelligenza e lavoro. D'altra parte queste persone, illuse dai mercanti di uomini che speculano sulle vite di queste persone (leggere Intervista ad Anna Bono ) , non trovano in Europa quanto si aspettavano e spesso sono costretti a lavorare in nero, malpagati, a prostituirsi, delinquono o entrano nelle file della malavita organizzata.

L’Africa,  continente immenso, con grandissime risorse,  potrebbe trasformarsi in un paradiso per gli africani, che hanno diritto di vivere nei loro paesi, con le loro tradizioni, col la loro cultura, lingua e religione.
Il nostro sogno è un’Europa libera per gli europei e un’Africa libera e prospera per gli africani, contro l’ipocrisia di chi pensa di risolvere i problemi “svuotando l’Africa”, come dice nel video Mohamed Konare.
Thomas Sankara, leader politico africano ucciso dal deep state, disse che "l'Europa e l'Africa hanno un nemico comune".
L'obiettivo dello stato profondo è quello di dividere, far credere alle persone di colore, sia africane e sia afroamericane, che il nemico sia l'uomo bianco, caucasico, europeo. 
Una prova è che si fa gran parlare del movimento Black Lives Matter e si dà pochissimo spazio a persone come Mohamed Konare e al suo movimento. Il primo è un movimento creato dal potere per causare caos e dividere il popolo, l'altro un movimento spontaneo che realmente desidera migliorare le condizioni dei popoli lottando contro il potere. 

Video 

Video 2 : Mohamed Konare, marcia della liberazione, Roma

Commenta con VK

Commenta con Facebook