Roberto Mercadini smaschera Mauro Biglino
altro - 30/01/2021 - CDA

Molti di voi si saranno imbattuti almeno una volta in un video di Mauro Biglino.

Per chi non ne avesse mai sentito parlare costui è un ex traduttore della bibbia dalla lingua ebraica per conto delle Edizioni San Paolo.
Successivamente pubblica un libro, intitolato
Il libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla bibbia, in cui sostiene una ipotesi suggestiva, anche se non non del tutto originale, in quando già proposta da altri (ad esempio lo scrittori Zecharia Sitchin), nel quadro della Teoria degli antichi astronauti, secondo la quale l'umanità sarebbe il frutto di esperimenti genetici, condotti migliaia di anni fa sugli ominidi presenti sulla terra, in modo da alterare la loro evoluzione.

La novità è che Biglino, sostenendo di interpretare alla lettera la Bibbia, pretende di dimostrare che essa non parla di Dio, ma di questi esseri venuti dallo spazio.
Una ipotesi senza alcun fondamento storico o scientifico, che tuttavia affascina molti, soprattutto le persone che così, molto ingenuamente, pretendono di smascherare un complotto millenario e liquidare la fede cristiana in una errata traduzione della Bibbia.

Ricordiamo che comunque Dio non ha bisogno di libri, in quanto si rivela all'uomo tramite la natura e parlando alla sua anima. L'esperienza mistica e religiosa di milioni di persone e la credenza in una intelligenza trascendente caratteristica di tutte le epoche e le civiltà non può essere semplicemente liquidata facilmente da ipotesi suggestive.

 

Inoltre l'ipotesi di Biglino non spiega la nascita della vita intelligente, ma la rimanda a una causa esterna, quali gli alieni, non rispondendo a quale ulteriore miracolo a sua volta la vita aliena sia dipesa.

Il punto centrale tuttavia è: le contestazioni di Biglino hanno un fondamento nella interpretazione letterale della Bibbia?
Un simpatico attore, scrittore e youtuber italiano,
Roberto Mercadini, ha di recente pubblicato alcuni video in cui contesta Biglino.

Ha studiato l'ebraico, e, anche se non si considera un esperto, vale la pena di ascoltare quel che ha da dire per le obiezioni intelligenti, che dimostrano come il successo di Biglino dipenda dal parlare a una platea completamente a digiuno su tali questioni (chi di noi conosce l'ebraico?).

Roberto Mercadini dichiara fra l'altro di non credere in un Dio personale e quindi può benissimo essere considerato super partes.

 

Biglino è certamente un autore capace di affascinare, soprattutto per l'argomento misterioso proposto e a questo sostanzialmente deve la sua fortuna, in un mondo dove la gente ha bisogno di credere in qualcosa, sia pure gli extraterrestri, essendo svuotata di certezze, del bisogno interiore nel trascendente e dell'Assoluto.

 

Ecco i video:


Biglino sostiene che in ebraico non esiste la parola creare e che quindi
la traduzione sia errata. Roberto Mercadini dimostra il contrario.

Commenta con VK

Commenta con Facebook