Il vaccino è un terno al lotto?
bioetica - 16/01/2022 - CDA

Ci dicono che dobbiamo avere fede nella scienza.
In realtà quel che ci chiedono è di avere fede nelle istituzioni e 
in alcune multinazionali, che notoriamente mirano principalmente al profitto.
Anche il vaccino è diventato qualcosa di politicamente corretto, di cui non si può parlare,
mettere in discussione l'efficacia, tanto meno parlare di morti e gravi effetti collaterali
legati alla sua somministrazione.
Più che scienza si tratta di ascoltare una voce sola, dato che le voci dissonanti, non 
politicamente corrette vengono censurate.
E' il caso del video, pubblicato dal giornalista Massimo Mazzucco, Il vaccino è un terno al lotto?,
rimosso dai social network (Youtube e Facebook).



Che cosa si dice in questo video?
Ci sono lotti in cui le segnalazione di morti ed effetti collaterali superano inspiegabilmente
la media,  e questo accade per tutti i vaccini messi in produzione dalle diverse case farmaceutiche.
Come spiegare ciò? 

 

 

 

 

 

 

 



Il professor Paolo Bellavite in un video (che potete vedere qui  ) fa notare che ad esempio in Italia
all'inizio della campagna vaccinale gli affetti avversi segnalati erano 1000 ogni 100 mila vaccinazioni, nei mesi
successivi, quando si è avviata la vaccinazione di massa, improvvisamente sono diminuiti.

Il professore ipotizza che per qualche motivo non sono state fatte le segnalazioni da parte dell'AIFA, dato il vaccino è rimasto il medesimo, per di più da mesi ormai non sono stati più diffusi report su eventi avversi.



Tabella comparativa tra eventi avversi di un comune vaccino antiinfluenzale e 
i vaccini covid-19.



Il video di Massimo Mazzucco censurato dai social.