Il problema degli effetti collaterali del vaccino è sottostimato e ignorato
bioetica - 23/02/2022 - CDA

Il problema degli effetti collaterali e delle persone colpiti da effetti avversi dopo il vaccino anti-covid è sostanzialmente ignorato dai media e dall'autorità, il che ci fa sospettare che dietro la campagna vaccinale e l'imposizione vaccinale ci siano degli interessi che prescindono la salute dei cittadini.

I testi compiuti sui vaccini, sostengono molti ricercatori sono insufficienti.
La stessa Pfizer, in un recente rapporto sul business dell'azienda , ha scritto di essere seriamente preoccupata per la diffusione in futuro di dati clinici e preclinici riguardanti l'efficacia del vaccino e dei suoi effetti collaterali.

In India, dove il governo ha chiesto di effettuare dei testi sull'efficacia e sulla sicurezza, il vaccino anti-covid è stato ritirato.

Negli Stati Uniti un senatore, Ron Johnson, ha chiesto al Dipartimento della Difesa di rispondere alle denunce dei Whistleblower sui danni causati dal vaccino contro il covid-19 (vedi ronjohnson.senate.gov)
Si è infatti scoperto che il numero di malattie nei soldati americani è aumentato considerevolmente rispetto ai 5 anni passati, come si evince dai dati seguenti:

Il fenomeno è anche molto sottostimato: il gruppo creato da Gianluigi Paragone sugli effetti avversi conta circa 300 mila iscritti, con continui post di testimonianze più o meno gravi di persone colpite.

 

Nell'intento di sensibilizzare sul problema abbiamo pubblicato diversi video di testimonianze delle persone colpite in Italia, di cui non esiste una stima certa, anche perché quasi nessuno se ne occupa.

Il video in questione, pubblicato in questo articolo, si riferisce a una manifestazione di piazza, risalente a dicembre dell'anno scorso, ma è interessante ascoltare le persone colpite.

Non si tratta di semplici disturbi passeggeri, come dicono, bensì di effetti molto gravi, permanente e invalidanti, se non la morte stessa del paziente.

Per assistere queste persone di recente sono nate alcune associazioni, come ad esempio il Comitato ascoltami ( Comitato ascoltami ), di cui in un recente articolo - vedi - abbiamo pubblicato un video.